governo transitorio in siria o la vostra morte!

#Stamina [smettete di fare i nazisti terroristi e di affondare la ricerca scientifica sulle cellule #staminali! non avete dato un euro per la ricerca e quindi abusi ed errori è inevitabile che siano commessi. ma non vi autorizzo a buttare il bambino(la ricerca) insieme alla acqua sporca o agli errori di percorso anche io ho fatto tanti errori nel mio tentativo di estrarre l'idrogeno dalla Acqua (h2o)! ] fonti investigative indagati sarebbero 20. Garante privacy chiede a YouTube di rimuovere video con i presunti miglioramenti ( chi dice e dimostra che sono presunti? lui si assume le responsabilità giuridiche e sociali di affermare che?) di una bambina torinese dopo la cura 18 gennaio 1510.

dominus Unius Rei

Cottarelli[idiota taglia tutti gli stipendi e tutte le pensioni che eccedono i 10.000euro!] stop azioni di disturbo Commissario spending review (Per revisione della spesa pubblica si intende quel processo diretto a migliorare l'efficienza e l'efficacia della macchina statale nella gestione della spesa pubblica attraverso la sistematica analisi e valutazione delle strutture organizzative delle procedure di decisione e di attuazione dei singoli atti all'interno dei programmi dei risultati.) smentisce dissidi con Palazzo Chigi. 18 gennaio 2021. #ROMA "La ricerca di effetti scandalistici costituisce un'azione di disturbo e non è di aiuto a tutte le persone che in questo momento stanno lavorando a quella profonda azione di efficientamento della spesa pubblica che l'economia italiana richiede". Lo afferma sul suo blog Carlo Cottarelli smentendo le indiscrezioni di dissidi con Palazzo Chigi riportate da alcuni organi di stampa. "I lavori - aggiunge - proseguono come da programma". [idiota taglia tutti gli stipendi e tutte le pensioni che eccedono i 10.000euro!]

amen alleluia

dominus Unius Rei

Accordo #Renzi-Berlusconi su riforme. Dopo due ore di incontro in sede #Pd. 19 gennaio 0147 #ROMA [ perché vi meravigliate di questo? una sola è la sinagoga di satana #Fmi-Nwo uno solo è #JaBullOn solo il teatro della politica che prelude alla nuova guerra mondiale che è qualcosa che io non fermerò! ] #Renzi e #Berlusconi hanno raggiunto sabato un accordo su #legge #elettorale e #riforme dopo due ore di incontro nella sede del #Pd assediata da stampa e contestatori. L'accordo prevede #legge #elettorale #bipolarista riforma del #titolo V della Costituzione fine del #bicameralismo perfetto. #Renzi parla di "profonda sintonia" col Cavaliere Berlusconi annuncia "appoggeremo le riforme". Per #Letta si va in una "buona direzione". Ma #Alfano avverte "non possono fare legge elettorale senza di noi".

amen alleluia

dominus Unius Rei

Annuncia suicidio a 113 poi si uccide è imprenditore fiorentino forse problemi economici causa gesto 18 gennaio 2201. #FIRENZE [ è vero il mutuo ipotecario in tempi di recessione monetaria nel sistema massonico del signoraggio bancario rubato dai farisei (dei demo pluto giudaico massoni) è una istigazione continua al suicidio come dimostrò scientificamente lo scienzito Giacinto Auriti! Ecco perché io sono molto delicato e non pretendom del denaro dai miei 5 debitori insolventi per somme importanti proprio per non spingerli al suicidio appunto perché io so che loro sono disperati! e se io avessi dovuto registrare quelle transazioni come ha voluto la legge del PD dei comunisti Bildenberg poi io non avrei potuto avere nessuna pietà di loro! loro i comunisti bildenberg che dicono di essere a favore del popolo per essere i primi traditori del signoraggio bancario tradito contro il popolo! ] Un imprenditore edile fiorentino di 55 anni si è sparato questa sera nella sua casa a Fiesole. Prima ha chiamato il 113 e ha annunciato le sue intenzioni. Secondo quanto appreso l'uomo avrebbe collegato il gesto estremo a problemi economici. Sul posto avvertiti dalla polizia sono intervenuti i carabinieri. L'uomo era solo in casa la compagna e la figlia di 10 anni hanno scoperto quanto successo al loro rientro. In base a quanto appreso l'uomo era titolare di una ditta fallita anni fa.

(12 amen alleluia)



dominus Unius Rei

Afghanistam razzo su campo calcio morti Orrore vicino a #Kandahar giocatori avevano fra 10 e 15 anni 19 gennaio 1102 #KABUL [ king saudi arabia proprio tu tu non puoi dire "io non ho responsabilità in tutto questo crimine!" perché è verso il tuo cazzo mecca che questi maniaci religiosi salafiti Al-Qaeda talegani Boko Haram wahhabiti califfato mondiale si inginocchiano!] Tre giovani calciatori afghani bambini e ragazzi sono morti e altri quattro sono rimasti feriti nella provincia meridionale di Kandahar quando un razzo e' caduto sul campo di calcio in cui stavano giocando. Il portavoce del governo provinciale Javed Faisal ha detto che i giocatori in erba colpiti avevano una età compresa fra i dieci ed i 15 anni. Faisal ha attribuito la responsabilita' dell'attacco ai talebani che pero' non lo hanno per il momento rivendicato.

amen alleluia

#Sochi Putin porte aperte a ospiti gay [ovviamente noi non abbiamo nessuna discriminazione da fare contro i gay come persone noi condanniamo la ideologia omosessualista che perverte il popolo cioè le aggressive corruttive associazioni dello orgoglio gay la pubblic esposizione degli stessi perché lo sappiamo tutti la virtù è più difficile da vivere del vizio stesso! vizio ancora più aberrante quando è contro natura cioè quando è una perversione sessuale! ] Presidente russo minimizza assenze di alcuni leader occidentali. [ 19 gennaio 1034] questo è certo io farò del male fisicamente demolirò la salute di tutti i leader che non andranno fisicamente alle imminenti olimpiadi invernali di Sochi! visto che lol. tutti i gay sono i benvenuti! ) - #MOSCA #Russia é pronta a ricevere visitatori e sportivi di qualunque orientamento #sessuale alle imminenti olimpiadi invernali di Sochi. Lo ha assicurato #Vladimir #Putin intervistato da tv russe e straniere. "Le persone ha detto Putin criticato in occidente per una controversa legge sulla #propaganda gay hanno orientamenti sessuali differenti. Noi accoglieremo tutti gli sportivi e tutti i visitatori ai Giochi". Il presidente russo ha poi minimizzato l'assenza di alcuni leader occidentali.

(10 amen alleluia)

dominus Unius Rei

#Rothschild and if it is true that you love me and that you forgive me then now you personally you can do a declaration of your love for me through ANSA! Now

dominus Unius Rei

#Rothschild e se è vero che tu ami me e che tu perdoni me poi adesso tu personalmente tu puoi fare una tua dichiarazione di amore per me attraverso ANSA! ora



dominus Unius Rei

#Rothschild così la Bibbia ha iniziato a dire tante cose strane su di me come per esempio che io sono il Messia degli ebrei che io sono Unius REI ecc. e soprattutto in modo incredibile che io amo tutti! ma onestamente lol. io non credo di avere questo amore così immenso per te e per il tuo complice il king Arabia Saudita ecc.. lol.! lol. ma poiché la Bibbia non può sbagliare e non può essere contraddetta da nessuno neanche da me! poi noi tutti siamo comunque costretti tutti a credere a lei se non vogliamo essere distrutti nel giorno del giudizio universale! noi siamo costretti ad amarci tutti tra di noi e con tutti e a perdonarci reciprocamente.. tu mi puoi perdonare? lol. veramente?

dominus Unius Rei

#Rothschild prima di avere questo ministero io ho letto la Bibbia per anni da 2 a 3 ore al giorno per investigare i misteri di Dio poi quandom io ho avuto questo ministero in lorenzojhwh humanumgenus shalomgerusalemme io ho scoperto di essere Unius REI poi io ho smesso di leggere la Bibbia spontaneamente cioè se io non ero costretto a farlo dagli eventi. ecco perché sono 5 anni che io ho smesso di studiare la Bibbia cioè da quando la Bibbia ha incominciato a studiare me. La Bibbia dei cristiani è la stessa Persona di Dio chi ha bruciato sputato bestemmiato contraddetto la Bibbia? Dalla Bibbia sarà bruciato a sua volta! Ma questo deve essere detto senza il Vero Spirito Santo di Gesù di Betlemme della Tribù di Giuda nella casa di Davide giuridicamente ma nato per clonazione (lol.) da Maria di Narareth e dallo Spirito Santo ( lol. che lui non può godere fisicamente lol. perché il santo santo santo non ha un corpo ed infatti Dio non ha un corpo! io ho cercato il suo corpo con la metafisica e vi posso garantire che io non ho trovato il suo corpo! JHWH non ha un corpo! ) nella tribù di LEVI vero uomo e vero Dio la Bibbia non può essere compresa essa rimane un libro ermetico per gli eretici!

(10 amen alleluia)

#Bush #Rothschild #Spa #IMF #FED IMF ECB NWO [ #666 #Gmos #criminal #legal #disputes] you bastards! certainly in my jurisdiction universal eternal of Unius of REI I'll kill you all! In fact my eyes gifts of chief administrator of the house of God have despised all of you!


#Bush #Rothschild #Spa #IMF #FED IMF ECB NWO [#666 criminal Gmos #legal disputes] bastardi! certamente con la mia giurisdizione universale eterna di Unius REI io ucciderò tutti voi! infatti i miei occhi regali di sommo amministratore della casa di Dio vi hanno disprezzato!

#Bush #Rothschild #Spa #IMF #FED IMF ECB NWO [#666 criminal Gmos #legal disputes] but until that point he pushed your Satanism! against the legal right to the Civil Code universal he says that if a fruit falls into the ground close to or if the wind carries something in the soil of his neighbor the object / fruit became the property of the land it is no longer the property of the tree or plant that has produced it. But you the powerful criminals Masonic Spa multinational you have attacked the poor peasants to which you have polluted the natural seeds given to them by God and instead of paying you will damage to them for this crime of genetic pollution you have imposed that they should not however be able to use the modified seeds from you and what is more serious is that all governments Masonic your accomplices have become as also for the case of banking seigniorage ((and for all its taxes)) once again the torturers of the poor peasants!





#Bush #Rothschild #Spa #Fmi #FED IMF ECB NWO [#666 criminal #Gmos #legal #disputes] ma fino a che punto si è spinto il tuo satanismo! il diritto legale codice civile universale dice che se un frutto cade nel terreno del vicino o se il vento trasporta qualcosa nel terreno del vicino quello oggetto/frutto è diventato di proprietà del terreno esso non è più di proprietà dello albero o pianta che lo ha prodotto. Ma voi le potenti criminali massoniche Spa multinazionali voi avete aggredito dei poveri contadini a cui voi avete inquinato i semi naturali dati a loro da Dio ed invece di pagare voi a loro i danni per questo inquinamento genetico voi avete preteso che loro non debbano comunque poter usare i semi modificati da voi e quello che è più grave è che i Governi massonici i vostri complici sono diventati come anche nel caso del signoraggio bancario ancora una volta gli aguzzini dei poveri contadini!

amen alleluia


#Bush #Rothschild Spa Fmi FED [#666 criminal Gmos #legal #disputes] and if with your demons devils satan that they were angels superhuman before being kicked in the ass and that through you for a huge number of murders human beings you have given them a body of biologically modified in order to become aliens in flying saucers then if even they with all their technology that is if even they no not are been able to create a single living cell starting from mineral elements then go to hell you bastards! You you can not expect to have a patent on genetically modified organisms.


#Bush #Rothschild [ #666 criminal #Gmos #legal #dispute] e se con i vostri demoni diavoli satana che loro erano degli angeli sovrumani prima essere stati presi a calci nel culo e che voi attraverso un numero enorme di omicidi di essere umani voi avete dato loro un corpo biologicamente modificato per poter diventare gli alieni nei dischi volanti poi se neanche loro con tutta la loro tecnologia cioè se neanche loro sono stati capaci di creare una sola cellula vivente partendo da elementi minerali poi andate a fare in culo bastardi! Voi non potete pretendere di avere un brevetto su organismi modificati geneticamente.


[666 criminal Gmos legal dispute] and how you could leave in order to build a single cell living from simple mineral elements if you have not created the universe out of nothing? So you do not have the ownership possession of dust because the planet has not been given to a man in a specific way but to the whole human race as a whole therefore the possession of the property is a collective possession and in fact it is not possession of it but to use a rental a temporary loan of the property because everything is God our Creator!

[ criminal Gmos 666 contenzioso giuridico ] e come voi potreste partire nel poter costruire una sola cellula vivente da semplici elementi minerali se voi non avete creato lo Universo dal nulla? Quindi voi non avete le proprietà della polvere perché il pianeta non è stato dato ad un uomo in mdo specifico ma a tutto il genere umano nel suo insieme quindi il possesso della proprietà è un possesso collettivo e in effetti non di possesso si tratta ma di un uso un affitto un prestito momentaneo della proprietà perché tutto è di Dio il nostro Creatore!


poiché partendo da semplici elementi minerali nessuno è riuscito a fare una sola cellula vivente in laboratorio (e questo smaschera la teoria criminale della evoluzione ) poi nessuno giuridicamente può fare il padrone della vita o può appropriarsi di un brevetto biologico sul Dna! soltanto perché lui è riuscito a modificare un Dna presistente? questo non può caratterizzare la proprietà perché il proprietario della cellalula è sempre Dio il nostro Creatore! quindi una modifica Ogm della cellula non può caratterizzare un diritto giuridico di proprietà! quindi gli Ogm non possono avere giuridicamente un diritto di possesso commerciale!


la mia legge spirituale ecco perché io sono superiore contro ogni forma di male e di maleficio! Dio è Onnipotente e Gesù è seduto sul Trono del Padre suo per avere fatto sedere anche me insieme a lui sul Trono di JHWH! Quindi il fatto che esiste il male in tutte le sue forme (alieni farisei salafiti ecc. ecc..) questo non ha nessuna importanza per me! Perché io Credo in Dio quindi io non posso credere nel male anche se io so che lui esiste! e poiché io devo temere di dare un dispiacere al mio amore JHWH soltanto poi nessun altra forma di timore può vivere in me! Quindi anche se il male esiste questo non ha nessun potere su di me perché io credo soltanto nel bene!

king saudi arabia of course you can not say that I'm the one that he seeks the opposition against you fuck you are six years old that you stay hidden behind your computer then do you continue to kill innocent Christian martyrs every day to do finish at once quickly the history of this unlucky mankind! and then everybody knows that Israel is the hostage of the Pharisees Anglo-Americans Satanists so it's up to you to make the first step to me that is if you want to see a new humankind for universal brotherhood and without imperialism and most importantly without the Wahhabis and the Pharisees shit fuck fuck fuck! [If you eliminate the sharia? you eliminate also all forms of contention against you! ]





king saudi arabia certo tu non puoi dire che io sono quello che lui cerca la contrapposizione contro di te cazzo sono sei anni che tu rimani nascosto dietro il tuo computer poi tu continui ad uccidere martiri cristiani innocenti ogni giorno per fare finire subito velocemente la storia di questo sfortunato genere umano! e poi lo sanno tutti che Israele è lo ostaggio dei farisei anglo-americani satanisti quindi tocca a te fare il primo passo verso di me cioè se tu vuoi vedere un nuovo genere umano per la fratellanza universale e senza imperialismo e soprattuto senza wahhabiti e farisei di merda cazzo cazzo cazzo! [ se tu elimini la sharia? tu elimini anche ogni forma del contendere contro di te! ]

amen alleluia

soltanto Cristiani ed ebrei possono efficacemente operare o fare un esorcismo ed infatti i satanisti bruciano le Bibbie soltanto e non bruciano il corano e se il corano fosse una vera Parola di Dio? poi i satanisti avrebbero bruciato anche il corano.. quindi tutti coloro che bruciano una Bibbia tutti loro dichiarano di essere satanisti! Quelli che bruciano le Bibbie hanno avuto in satana la loro origine ma anche di tutti loro io mi devo occupare perché Dio non vuole che peccatori vadano distrutti! e poiché Unius REI non è accolto daloro poi saranno loro a morire come cani!


my YHWH the ARAB LEAGUE has decided to fight World War III in its own Caliphate Sharia cult putting it in the ass against all the contenders to get new territorial annexations for the caliphate sharia after all is precisely for this reason that all Islamic terrorists kill that is to impose sharia on us against the peoples! If Israel does not react in advance and let yourself to be surprised by World War III will not resist! In fact the USa they will be too busy with China and Russia etc... to rush to his aid but just this is the strategy of the Pharisees the Anglo-Americans Salafists because they are not as silly to lose their power over the world IMF FED ECB etc... Central Banks Spa World Bank for to go to live in the Saudi desert!

my JHWH la LEGA ARABA ha deciso di combattere la terza guerra mondiale in proprio cioè mettendola nel culo a tutti i contendenti per ottenere nuove annessioni territoriali per il califfato sharia dopotutto è proprio per questo che tutti i terroristi islamici uccidono cioè per imporre la sharia a noi cioè ai popoli! Se Israele non reagisce inanticipo e si lascia sorprendere dalla guerra mondiale non resisterà! infatti gli USa saranno troppo impegnati con Cina e Russia ecc.. per correre in suo aiuto ma proprio questa è la strategia dei farisei anglo-americani salafiti perché loro non sono così scemi da perdere il loro potere sul mondo Fmi FED Bce ecc.. Banche Centrali Spa Banca mondiale per andare a vivere nel deserto saudita!

amen alleluia




1_2. Oriana Fallaci da Città del Messico [ il massacro degli innocenti come si soffoca le aspirazioni di democrazia di un popolo la predazione delle Corporazioni Spa americane Spa Fmi-Nwo ]. La notte di sangue in cui sono stata ferita

Oriana Fallaci ferita mercoledì 2 ottobre a Città del Messico durante i gravissimi incidenti di piazza delle Tre Culture ci ha fatto giungere il suo racconto della stanza dell'ospedale in cui era ricoverata. Lo stato in cui si trovava dopo le ferite e l'operazione subita le ha impedito di mettersi alla macchina da scrivere. Essa ha però voluto ugualmente farci avere la propria testimonianza sui fatti di cui è stata anche protagonista ha inciso su nastri tutto il racconto. La registrazione che è giunta da Città del Messico dura due ore e mezzo con le inevitabili ripetizioni gli indugi e le interruzioni di una testimonianza resa a viva voce da una persona ancora sotto choc del rischio mortale che ha corso. Oriana Fallaci ci ha inviato i nastri raccomandandoci di usare la sua narrazione per ricavarne un servizio su ciò che era accaduto il 2 ottobre in Messico. Noi dopo aver ascoltato queste bobine abbiamo deciso di trascrivere esattamente ciò che vi è detto senza cambiare niente. Nessun servizio avrebbe potuto essere più vivo più drammatico di questo racconto fatto con la sua voce viva. Ogni tanto il discorso è interrotto da qualche lamento da medici e infermieri che entrano ad escono dalla stanza da pause di stanchezza della nostra collega. Il servizio di Oriana Fallaci che pubblichiamo è più di un racconto è un eccezionale documento giornalistico. (All'inizio del nastro si sentono voci c'è gente nella stanza d'ospedale dove si trova Oriana Fallaci. Un'infermiera le ordina in spagnolo di non agitarsi. Poi comincia il racconto di Oriana Fallaci.) Mi sento male ho ancora la testa confusa. Vedi c'è qualcosa che mi fa più male del dolore di questo dolore tremendo alla spalla al polmone al ginocchio alla gamba mi fa più male del dolore fisico mi fa male questo incubo che ritorna che mi ossessiona. Il dolore fisico si sopporta ma l'incubo no. Non è l'incubo della guerra del Vietnam io nel Vietnam ho visto delle cose spaventose ho seguito delle battaglie tremende dei pericoli allucinanti ma era diverso perché sapevo di andare alla guerra. Uno va in Vietnam e sa che va alla guerra e la guerra è una cosa dove ci sono dei signori armati da una parte e degli altri signori armati dall'altra sai anche che si spara da tutte e due le parti. Ma quello che è successo là la sera in cui sono stata ferita non era una guerra. Era atroce perché non era la battaglia di Dak-To non era la battaglia ai confini con la Cambogia o che diavolo. E non aveva niente a che vedere con le guerre che più o meno tutti facendo questo mestiere abbiamo visto come corrispondenti. Capisci? Non era una guerra. E non doveva essere una notte si sangue. Se insisto su questo punto è perché voglio cercare di spiegare quest'incubo che mi torna e mi ritorna la notte. La storia dell'altra sera è questa poi andrò indietro e ti racconterò il perché come siamo arrivati a questo. Mercoledì alle cinque era stata indetta una manifestazione nella piazza delle Tre Culture a Città del Messico. Questa piazza che credo sia una delle più grandi di Città del Messico e anche una delle più note si chiama delle Tre Culture perché riunisce in un certo senso simbolicamente le tre culture del paese quella azteca quella spagnola quella moderna c'è una chiesa spagnola del 1500 c'è la base di una piramide azteca e ci sono gli edifici moderni quelli costruiti ora. Gli studenti l'hanno sempre scelta per le loro manifestazioni non soltanto perché si trova nel quartiere di Tlatelolco vale a dire abbastanza vicino alla loro università ma anche perché è molto grande ha molte vie d'accesso e molte vie di fuga è facile arrivarci ed è facile uscirne. E in questo paese è sempre meglio riunirsi in luoghi dove fai presto ad arrivare e fai presto a scappare. Io ero già stata testimone di una manifestazione del genere nella piazza delle Tre Culture esattamente il giorno dopo in cui ero arrivata in Messico. Era lì infatti in una manifestazione del genere nella piazza delle Tre Culture che avevo conosciuto i capi degli studenti e avevo cominciato a intervistarli. Ero arrivata la notte tra il giovedì e il venerdì e al venerdì ci fu subito questa manifestazione. Era la prima alla quale assistevo e mi fece subito un effetto profondo. Mi avevano impressionata queste grandi migliaia di ragazzi perché sono ragazzi sai tredici quattordici sedici diciotto al massimo ventitré o ventiquattro anni. Ragazzi poveri poi perché degli studenti messicani solo una piccola parte sono figli di borghesi. La massima parte sono figlioli di contadini di operai e appartengono in maggioranza al Politecnico. Al Politecnico ci vanno i figli degli operai dei contadini allora tu vedi questi ragazzini che non sono come i nostri studenti con le camicie pulite il golf stirato di fresco le scarpe pulite ma sono brutti e sembrano i contadini che alla domenica vanno al villaggio come si vedevano in Italia venti o trent'anni fa e forse anche oggi. E un po' timidi come sono i contadini. Mi ero commossa a vederli lì tutti ordinati tutti insieme.

Questi ragazzi s'erano riuniti nella piazza delle Tre Culture quello scorso venerdì per commemorare i loro morti perché avevano già avuto dei morti un centinaio credo dal ventisei luglio il giorno in cui sono incominciate le repressioni della polizia. Quel venerdì c'era la polizia soltanto la polizia non l'esercito; era riunita però sulla terrazza della Scuola numero 7 ancora occupata dalla truppe governative. Questa scuola si affaccia proprio sulla piazza delle Tre Culture. Dalla parte moderna della piazza i ragazzi erano arrivati con i loro cartelli erano intervervenute le madri dei ragazzi ammazzati dalla polizia. Avevo conosciuto in quell'occasione alcuni capi del Comitato della huelga il comitato dello sciopero e li avevo intervistati. I discorsi erano tenuti (questo è importante perché è lì che poi è successo il disastro ieri l'altro) dalla terrazza di un edificio una specie di grattacielo popolare che guarda proprio la piazza delle Tre Culture. A ogni piano di questo edificio che si chiama Chihuahua Building c'è una grande terrazza con una balaustra abbastanza bassa e lì i ragazzi mettevano degli altoparlanti e parlavano. Era stata una manifestazione ripeto commovente perché ad un certo punto c'era stata la commemorazione dei morti pioveva e tutti questi ragazzi stavano immobili sotto la pioggia e le madri dei ragazzi morti stavano immobili sotto la pioggia. Finita la manifestazione anzi durante il minuto di raccoglimento per i morti qualcuno aveva acceso un accendino poi un altro un altro ancora e poi un altro ancora e s'eran formati in tutta questa piazza come dei fuochi piccoli fuochi fatui dappertutto c'erano queste fiammelle fiammelle e fiammelle e fiammelle di accendini e di fiammiferi che finivano per bruciarsi sulle dita. Finchè qualcuno aveva avuto l'idea di arrotolare dei giornali e farne delle fiaccole e allora tutti si erano messi ad arrotolare giornali e fare fiaccole e la manifestazione s'era sciolta oserei dire pacificamente con questa grande fiaccolata. Capisci avevano arrotolato i giornali erano andati via uno a uno una fila lunga lunga verso il ponte queste torce accese cantando le canzoni degli studenti. Le canzoni dicono «Goya Goya. Cachu cachu rara cachu cachu rara Goya Goya Universidad». Non vuole dire niente sono dei suoni da bambini questa è la canzone dell'università; la canzone del Politecnico è «Gueu Gloria a la cachi cachi porra a la cachi cachi porra Gueu pin pon porra Politecnico Politecnico gloria». Pensa un po' che canzoni pericolose. E cantando «pin pon porra cachu rara» questi ragazzi con la loro fiaccolata si allontanarono e questa era la pericolosa manifestazione che avrebbe dovuto mettere in pericolo la stabilità e l'attuazione delle Olimpiadi. Dopo questa manifestazione il governo messicano decise di togliere le truppe dall'università che poi fu un'evacuazione parziale gli studenti mercoledì indissero un'altra manifestazione sempre nella piazza delle Tre Culture; gli studenti mi dissero che questa era una manifestazione importante e sarebbe stato bene se io l'avessi vista e ci andai. (A questo punto nella registrazione si inserisce la voce di un medico che domanda a Oriana Fallaci come si sente. La risposta è «Mal doctor muy mal. Mi duole tutta la schiena». Il medico dice che le farà un'iniezione per la notte. Il racconto riprende.) La manifestazione doveva avvenire alle cinque. A un quarto alle cinque io ero lì nella piazza delle Tre Culture e la piazza era già piena a metà. Nelle varie terrazze di questo edificio popolare che guarda la piazza c'erano già vari capi degli studenti ma una gran parte si erano riuniti nella terrazza del terzo piano dove c'erano gli altoparlanti con le bandiere le bandiere messicane e le bandierine dello sciopero che sono rosse e nere. Sono per noi colori anarchici per loro no. Per i messicani la bandiera dello sciopero è una bandiera rossa e nera; non è né anarchica né non anarchica è la bandiera dello sciopero. Gli operai quando sono in sciopero innalzano questa bandiera rossa e nera. Non sono anarchici più di quanto siano comunisti o cattolici liberali o che altro. A un quarto alle cinque la piazza era già piena a metà io sono arrivata sono salita sulla terrazza del terzo piano e ho trovato Guevara che è uno dei capi ho trovato Manuel un altro capo un ragazzo che studia biologia ed è figlio di un contadino. Ho trovato Manuel che è figlio di un musicista e studia al Conservatorio ho trovato Socrates un altro dei capi e ho trovato Maribilla una ragazza che studia mi pare medicina. Ho chiesto come si mettevano le cose se c'era la polizia intorno se si aspettavano un attacco e mi hanno detto di no sembrava che la manifestazione fosse tranquilla. In realtà dalla terrazza della Scuola numero 7 dove la settimana avanti durante l'altra manifestazione quella della fiaccolata avevo visto per tutto il tempo i granaderos con i mitra puntati non c'era niente non c'erano neanche i granaderos. Intanto la piazza si riempiva in un modo incredibile guarda nel giro di dieci minuti io credo che siano arrivate tremila quattromila persone perché ad un certo punto c'erano almeno seimila persone. Mentre la piazza si riempiva è arrivato Angel un altro ragazzo dei capi del Comitato generale dello sciopero; sembrava molto turbato e mi ha detto «Sai sono in ritardo perché quasi tutta la piazza a tre o quattro chilometri da qui è circondata di autoblindo e di camion a un certo punto c'è una strada sbarrata mi sembra che fosse la strada Manuel Gonzales sbarrata con ben trenta camion carichi di soldati con le mitragliatrici e non lasciano passare nessuno. Ho dovuto fare un lungo giro e per questo sono arrivato in ritardo». Ora sono confusa faccio male il racconto. Dopo la manifestazione i ragazzi volevano andare a una delle scuole del Politecnico che è ancora occupata dall'esercito capito? Volevano andare a fare una manifestazione lì. Quando Angel è arrivato dicendo che c'era l'esercito e la polizia schierata dappertutto i ragazzi tra di loro si sono riuniti e hanno deciso di non andare più perché hanno detto se andiamo tutti lì dove ci stanno aspettando con i bazooka sembra che vogliamo provocarli. Al che io gli ho detto per carità non andate non lo fate lasciate perdere è inutile è una bravata superflua non ci andate. Allora il Socrates è andato al microfono in questa piazza che continuava a riempirsi e ha detto «Compañeros abbiamo cambiato idea volevamo andare a manifestare davanti alla scuola. Non ci andiamo più perché l'esercito ci sta aspettando con le autoblindo con i bazooka. Andarci è una provocazione inutile per cui mi raccomando compañeros appena la nostra riunione sarà conclusa disperdetevi e andate alle nostre case». La folla i ragazzi rumoreggiavano un po' erano un po' delusi; ma era evidente che avevano deciso di rinunciare alla sfilata in direzione della scuola mi pare fosse la scuola di Economia e Commercio. Hanno incominciato la riunione vera e propria. I discorsi sono stati aperti dalla ragazzina Maribilla la qualche ha detto «L'esercito ha evacuato la nostra lotta fino all'applicazione di tutti i sei punti». La Maribilla è una ragazzina di circa diciotto anni graziosina un po' sciupata da un labbro leporino gentile un po' timida parlava con una vocina che sembrava un uccellino anche con l'altoparlante non si sentiva niente.

Dopo ha preso la parola Socrates che sembra un bambino coi baffi ha la faccia di un bambino come quella di Emiliano Zapata ha diciotto-diciannove anni e questi immensi baffi che è tutto quello che gli è rimasto dei capelloni lunghi perché i ragazzi fino all'agosto scorso avevano i capelli lunghi non perché volessero fare gli hippies non perché volessero imitare i Beatles ma perché c'è una tradizione al Messico che i rivoluzionari hanno i capelli lunghi. Così fino a poco tempo fa i ragazzi portavano tutti i capelli lunghi. Quando la polizia ha cominciato a fotografarli a seguirli ad arrestarli c'è stata una ecatombe di capelli lunghi e di baffoni e l'unico che non ha voluto rinunciare ai baffi è stato il Socrates poveretto che con i suoi baffoni è andatati lì al microfono e ha detto «Compagni questa è una manifestazione pacifica noi oggi l'abbiamo indetta innanzitutto per festeggiare l'evacuazione della nostra università da parte delle truppe governative poi per chiedere che il resto delle scuole secondarie vengano anch'esse liberate dalla presenza dei soldati e infine per indurre i compañeros a cominciare a partire da lunedì uno sciopero della fame per dimostrare che noi non vogliamo attaccare nessuno. Cerchiamo d'ora innanzi dei sistemi pacifici. Lunedì cominceremo chiunque vorrà partecipare a questo sciopero della fame si sistemerà nella città universitaria dinnanzi alla piscina olimpica… che farà lo sciopero della fame fino alla fine delle Olimpiadi». Socrates aveva appena finito di parlare che un elicottero ha cominciato a volare sopra la piazza un elicottero verde dell'esercito in cerchi concentrici sempre più bassi sempre più bassi. Io mi sono preoccupata e ho detto a Manuel che cos'è questa storia? Lui mi ha risposto di non preoccuparmi; i ragazzi non erano eccitati erano tranquilli quieti. Mentre si discuteva della presenza dell'elicottero l'elicottero ha lanciato due bengala verdi. Ora venendo dal Vietnam so benissimo che tutte le volte che un elicottero o un aereo butta giù un bengala è perché vuole localizzare il punto da colpire. Allora io mi sono preoccupata e ho detto subito a questi ragazzi guardate che sta buttando i bengala se butta giù i bengala vuol dire che hanno intenzione di sparare. Ma loro non mi hanno preso sul serio. Siccome sapevano che ero stata in Vietnam hanno detto «Eh tù ves las cosas come en Vietnam». Non avevano finito di parlare che si è sentito un gran fracasso un grande rumore di camion e di carri armati e la piazza è stata letteralmente circondata dalle quattro parti perché l'edificio dove eravamo noi questo terzo piano dove c'erano gli studenti guarda la piazza quindi da qualsiasi parte si guardasse si vedevano arrivare camion e autoblindo. Sul fondo di fronte all'edificio c'è una specie di cavalcavia e si sono piantati su questo cavalcavia. I camion si sono aperti cioè la parte posteriore dei camion i soldato si sono buttati giù sparando. Ma non sparando in aria sparando in basso i fucili non li tenevano in alto li tenevano in basso. Per due o tre minuti siamo rimasti sbalorditi allibiti quasi per questa cosa; questa cosa era un incubo era al di là dell'assurdo perché non era successo niente che potesse giustificare l'arrivo di queste truppe. Stavano dicendo che volevano indire lo sciopero della fame lunedì! I ragazzi hanno cominciato a scappare. Socrates non essendosi ancora reso conto che stavano sparando veramente alla folla è andato al microfono e ha detto «Compañeros compañeros calma calma calma es una provocaciòn es una provocaciòn!». Ma loro continuavano a scappare volevano venire in avanti E ad un tratto ho cominciato a vederli cadere sai quando vai a caccia e le lepri corrono come fanno le lepri quando le colpisci fanno una specie di capriola e poi restano lì. Da lontano si vedevano piccoli e si vedevano queste lepri che correvano e facevano una capriola bom! E restavano in terra. Io ero immobilizzata letteralmente immobilizzata al balcone e guardavo la confusione violenta tremenda che era scoppiata e sentivo Socrates che stava raccomandando alla folla la calma ma non so che razza di calma potesse raccomandare a questo punto perché erano già cominciati a cadere i primi morti. Davanti a me c'era la piazza la grande piazza rettangolare che dalla nostra parte dove eravamo noi finisce in una grande scalinata. Ora c'è una cosa ti voglio spiegare ti ricordi nel film della corazzata Potiomkin quella scena della folla che scappa per quella scalinata e restano quelle donne quei bambini tutti ciondoloni ecco sembrava la corazzata Potiomkin questa scalinata ripida dove restavano tutti in giù a testa in giù era una cosa spaventosa. Noi eravamo chiusi in trappola ci eravamo resi conto benissimo che stavano puntando verso di noi verso il terzo «piso» il terzo piano dove c'erano gli altoparlanti ma ho capito anche che non c'era nulla da fare. Voglio dire ho fatto il movimento di andare verso l'ascensore ma l'ascensore era stato bloccato capisci nello stesso momento la Maribilla che era scesa giù è arrivata gridando chiamando Angel e Angel è sceso giù al piano terreno e quando è sceso giù al piano terreno ha trovato decine decine decine di poliziotti in borghese che hanno cominciato a gridare «figlio de chingada» «hijo de puta» «figlio di cane» «donde vas hijo de chingada» allora Angel e gli altri dicevano «Abajo abajo!» e allora loro hanno detto «Arriva arriba!» e li hanno mandati su. Io mi sono girata voltando le spalle al massacro che era cominciato nella piazza e ho visto piombare come nei film una quarantina una cinquantina prima poi una sessantina di uomini di mezza età in borghese in camicia avevano tutti la camicia bianca la mano sinistra dentro un guanto bianco oppure fasciata in un fazzoletto bianco era per riconoscersi perché erano in borghese.

http//www.oriana-fallaci.com/numero-42-1968/articolo.html

(196 amen alleluia)

2_2. Oriana Fallaci da Città del Messico [ il massacro degli innocenti come si soffoca le aspirazioni di democrazia di un popolo la predazione delle Corporazioni Spa americane Spa Fmi-Nwo ]. Sono entrati sparando hanno cominciato a sparare con queste rivoltelle dappertutto non addosso alla gente devo dire ma per terra dappertutto e agguantando la gente. Socrates è scomparso io non l'ho più visto Socrates Angel era già scomparso prima quando la Maribilla era venuta a dire che c'erano i poliziotti. Io mi sono ritrovata insieme a Moises che è un ragazzino del Politecnico figlio di un contadino a Manuel un amico mio e ho guardato i poliziotto venire avanti in uno stato di totale stupore anche se per stupire me ce ne vuole parecchio e per stupirmi dopo che avevo visto quello che stava succedendo nella piazza quel piombare senza ragione ce ne voleva ancora di più. Ma era talmente pazzo il piombare di questi qua che li guardavo sbalordita.

Una guardia mi ha preso pei capelli io ho i capelli lunghi mi ha agguantata per i capelli sai come nelle vignette dell'uomo delle caverne che agguanta la donna per i capelli e prendendomi pei capelli (io credo che gliene siano rimasti un bel po' in mano) mi ha fatto fare mulinello mi ha letteralmente scaraventata contro il muro. Sono rimasta qualche secondo stordita naturalmente. Non so se avete capito com'era la terrazza. C'è questa terrazza grande con le scale dalle parti poi c'è il muro con i due ascensori e poi c'è la balaustra. Lui m'ha buttato contro il muro dalla parte dove ci sono gli ascensori. Quando mi sono ripresa mi sono trovata da Moises e Manuel gli altri erano spariti nello sfondo c'erano altri giornalisti tedeschi olandesi c'era un giapponese dei francesi eccetera. E questo qui che gridava «Detenidos detenidos detenidos!» cioè arrestati arrestati arrestati. Io sono rimasta in piedi. Intanto continuava la sparatoria nella piazza ma non era ancora una sparatoria violenta. Io ho detto una parola «Yo italiana». Chissà perché ho detto italiana mi è venuto così per istinto di sopravvivenza non lo so. Quello ha preso e mi ha messo la rivoltella alla tempia. A questo punto ti dico la verità io avrei voluto dire periodista giornalista ma non sono riuscita a dirlo con quella pistola puntata alla tempia e col pensiero che se avessi voluto tentare di dimostrarlo non avrei neanche potuto perché far vedere un documento soltanto mettere la mano nella tasca della giacchetta (avevo i pantaloni e la giacchetta) e tirar fuori un documento voleva dire farti sparare perché si dovevano tenere le mani quelli lì facevano partire un colpo. Ci hanno fatto mettere… Dunque sta' a sentire loro ci hanno fatto mettere al muro. Devo dire che fino a quel momento malgrado la tremenda sparatoria fosse già cominciata io non ero spaventata un po' perché c'era Manuel questo ragazzo che continuava a dire «Lo fanno per ragioni psicologiche» un po' perché ero andata a intervistare il capo della polizia quel generale Queto di cui gli studenti chiedono le dimissioni insieme allo scioglimento del corpo dei granaderos. Ero stata ricevuta da questo signore nel suo bellissimo ufficio ed egli aveva incominciato a intrattenermi a lungo sui vini italiani sul fatto che a lui piace il Bardolino e il Chianti meno che c'è un ristorante che si chiama Mamma Roma Mamma Maria non mi ricordo come a New York. Quando poi gli avevo posto delle domande precise gli avevo chiesto spiegazioni sul fatto che la polizia attaccava gli studenti sparava sulla popolazione con aria tranquilla mi aveva detto «Ma no ma nada no pasa nada no pasa nada nunca mentira mentira». E aveva aggiunto «Lei ha visto che anche l'ultima volta vi è stata la manifestazione alla piazza delle Tre Culture non è successo niente».

Ed era vero che non era successo niente capisci. Così io non ero eccessivamente spaventata. Il capo stesso della polizia mi aveva rassicurata. La mia sola preoccupazione era data devo dire dalla presenza di questi poliziotti in borghese con il guanto bianco per riconoscersi con le pistole puntate. Intanto la sparatoria si era fatta ancora più intensa. Le raffiche partivano dalle mitragliatrici delle autoblindo che circondavano la piazza e dai mitragliatori e dai fucili automatici dell'esercito e dai granaderos i granatieri che qui chiamano granaderos e infine da questo elicottero che si abbassava sempre di più capisci e sparava sulla folla ormai sparsa per tutta la piazza e sulla terrazza dove eravamo noi. Ho spiegato che su questa terrazza l'unico punto in cui si poteva cercare un pochino di protezione era sotto la balaustra sotto il muricciolo e sotto il muricciolo si sono messi tutti questi poliziotti col guanto bianco e le rivoltelle in pugno puntate contro di noi e noi che eravamo i detenidos gli arrestati siamo stati messi invece dalla parte del muro. Così eravamo un bellissimo bersaglio per quelli che sparavano dalla piazza dall'elicottero eravamo un bersaglio per tutti.

(A questo punto la voce di Oriana Fallaci si interrompe. Quando si riprende dice «Scusami ferma un momento il magnetofono che mi sento male molto male. Mi sento morire…») Ecco riprendiamo. Vedi quando io dico che era peggio che nel Vietnam voglio dire che nel Vietnam quando sei dentro una battaglia cerchi di ripararti di salvarti ti butti in un buco ti butti in un bunker ti ripari dietro qualche cosa e mentre fai questo non c'è mica un poliziotto con la rivoltella spianata che te lo impedisce. E non potevi trovare nessun rifugio non potevi entrare in nessun buco non c'era nessun bunker nel quale ti potevi rifugiare e tutte le volte che cercavi di muoverti di un millimetro da quel muro maledetto che costituiva il bersaglio principale e contro il quale ci avevano messi e cercavi di andare un pochino più in là dove c'era il muricciolo questi poliziotti distesi per terra ti sparavano addosso capisci? Sparavano contro il muro. Hanno sparato due o tre volte nel muro! Hanno sparato nell'ascensore due o tre volte. In questa sparatoria tremenda mi cadevano i bossoli tutto d'intorno. A un certo punto io ho detto «Por favor por favor quiero me haga venir me haga venir cerca cerca!» gliel'ho detto anche in inglese «Please please let me come there please please here is too dangerous too bad please» per favore qui è troppo pericoloso lasciatemi venire lì. Ma loro mi rispondevano puntandomi l'arma contro e sparando nel muro.

Quindi io non mi potevo muovere comprendi non mi potevo muovere assolutamente. L'incubo per cui io alla notte mi sveglio come impazzita è questo è un incubo da racconto di Poe. C'è il fuoco da tutte le parti sei inseguito come uno scorpione circondato dal fuoco che non soltanto ti sparano da tutte le parti ma non puoi neanche metterti in salvo perché quando fai un movimento per metterti in salvo te lo impediscono e ti sparano addosso. Poi qualcuno deve avermi dato l'ispirazione per togliermi da quella posizione terribile lì in piedi a fare da bersaglio. A un bel momento ho finto di svenire sicché sono calata giù come uno straccio gli altri hanno fatto lo stesso e quelli ci hanno lasciato fare. Allora siamo rimasti in quel modo sdraiati a pancia a terra. Io mi trovavo fra questi due studenti questo Moises e questo Manuel Moises è rimasto subito ferito alla mano perché ho visto che la mano era tutta insanguinata. Manuel cercava di proteggermi e quando la polizia si è accorta che lui cercava di proteggermi un poliziotto ha incominciato a gridare perché ci staccassimo. Per quanto possibile cercava di proteggermi mi teneva le mani sulla testa e mi tenevo anch'io le mani sulla testa. La polizia allora sempre puntando le rivoltelle ha ordinato a lui di staccarsi e a tutti e due e anche a Moises di alzare le mani in modo che non ci potevamo neanche proteggere la testa dalle schegge. Niente capisci è questa la cosa meravigliosa.

Quando Manuel si è staccato da me e Moises si è staccato io centimetro per centimetro perché stavo tutta distesa bocconi sullo stomaco perché mi sentivo più sicura ho cominciato a scivolare lungo il muro e sono riuscita a spostarmi di un metro indietro mentre questo poliziotto gridava e mi puntava la rivoltella. Questo movimento è stato quello che mi ha salvato perché se no la pallottola mi sarebbe arrivata nella testa anziché nelle spalle. La sparatoria era ininterrotta ho detto che sparavano da tutte le parti mentre noi eravamo sempre sotto le rivoltelle della polizia. A un certo punto l'elicottero si è abbassato si è sentita una grande raffica e io ho avvertito come due o tre pezzi di sasso che si abbattevano sopra di me e un coltello che mi entrava nella schiena. Il coltello era la scheggia della pallottola dell'elicottero che si è fermata a pochi millimetri dalla colonna vertebrale. Un'altra scheggia è entrata nel ginocchio sinistro e mi ha squarciato tutta la gamba in quel punto però ho avuto questa fortuna incredibile che il professor Viale ha definito una fortuna scandalosa perché è andata a incastrarsi tra l'arteria principale e tutti i legamenti nervosi e la vena senza tagliare né l'una né l'altra. Un'altra ancora è entrata nella coscia. È entrata da una parte ed è uscita educatamente da quell'altra senza fare nulla lasciando solo due o tre schegge che risultano dalla radiografia ma che non possono togliere. Resteranno sempre lì tanto non mi danno noia e io le tengo come ricordo. [...]

http//www.oriana-fallaci.com/numero-42-1968/articolo.html

(101 amen alleluia)

2 ott 2012 [ http//www.gennarocarotenuto.it/21777-chi-ricorda-il-massacro-di-tlatelolco-in-messico/ ] [ maledetti americani satanisti Spa Fmi-Nwo massoni i predatori del mondo! un demone lupo (satanismo massonico Spa di farisei Illuminati ) vestito da agnello (democrazia)] Chi ricorda il massacro di Tlatelolco in Messico? [ i am Unius REI King of Israel ] Come sempre "2 de octubre no se olvida" il due d'ottobre non si dimentica. È il massacro di Tlatelolco piazza delle Tre Culture nel Nord di Città del Messico 44 anni fa. Fermava nel sangue e nella repressione selvaggia a venire (ma in apparente pace e democrazia per l'occhio del mondo) il movimento studentesco messicano reo di voler essere come qualunque altro movimento studentesco in quell'anno al mondo in quel paese già allora troppo lontano da dio e troppo vicino agli Stati Uniti. Fu una strage di Stato stabilizzante e impunita come quelle italiane da Piazza Fontana alla Stazione di Bologna quella di Tlatelolco e fu anche il punto di inflessione nella storia del PRI e del paese da Gustavo Díaz Ordaz che istituzionalizzò una dittatura mascherata verso il salinismo che vent'anni dopo liquidò il paese nel neoliberismo fino all'attuale stato di guerra civile a bassa intensità mascherata da lotta al Narco. Pochi giorni dopo il 12 d'ottobre cominiciavano i Giochi Olimpici che come altre volte nella storia (il primo gennaio del 1994 col NAFTA e la contemporanea rivolta zapatista o la modernità neoliberale delle maquiladoras) nella retorica ufficiale aprivano al Messico le porte del primo mondo. Il sangue di quelle centinaia di ragazzi era già stato lavato.

(14 amen alleluia)

[ come il nazismo di Nwo-Fmi ha potuto soffocare le aspirzioni democratiche dei popoli come le democrazie massoniche di associazioni segrete vietate dalla Costituzione sono state corrotte allo stesso modo le prmavere arabe hanno portato i salafiti! Questo è un solo Nwo contro Israele l'ultimo baluardo delle aspirazioni di libertà dei popoli ] O capitano! Mio capitano!… "Ci sono persone che sanno tutto e purtroppo è tutto quello che sanno." [Oscar Wilde] 2 ottobre 2013. 2 ottobre 1968 Città del Messico Il massacro di Tlatelolco. [i am unius REI king of Israel ] Città del Messico 2 ottobre 1968. Nella piazza delle Tre Culture nel quartiere Tlatelolco migliaia di studenti e lavoratori messicani si danno appuntamento per manifestare pacificamente contro il Governo di Gustavo Diaz Ordaz a capo di un partito che di rivoluzionario ha solo il nome. Mancano appena dieci giorni all'inizio della 19esima edizione dei Giochi Olimpici. Ma è dall'estate che il Paese è attraversato dalle tensioni che del resto caratterizzano l'intero anno dalla protesta studentesca all'offensiva in Vietnam dagli assassini di Martin Luther King e Bob kennedy ai carri armati russi che soffocano nel sangue la Primavera di Praga. Il 22 luglio 1968 nella capitale messicana una banale rissa tra istituti studenteschi viene sedata con la forza dai granaderos i carabinieri messicani. È la scintilla che nell'anno olimpico fa scattare il corto circuito tra le due anime del Paese come spiega Marco Bellingeri docente di storia dell'America latina all'università di Torino e direttore del centro di cultura italiana a Città del messico.

Eddy Ottoz allora era un ragazzo di 24 anni. Quarto ai Giochi di Tokio nei 110 ostacoli in Messico era pronto per puntare a una medaglia olimpica. Giovane attento spirito libero Ottoz aveva avuto occasione per conoscere da vicino le tensioni della società messicana avendo più volte visitato il Paese negli anni precedenti proprio in vista di quelle Olimpiadi particolarmente attese per il clima politico l'altitudine che avrebbe condizionato molti risultati la diretta tv che per la prima volta avrebbe portato i Giochi nelle case di tutto il mondo. Quel 2 ottobre 1968 sono oltre 10mila i giovani che accorrono in Piazza delle Tre Culture per partecipare alla manifestazione antigovernativa. Il segnale della repressione arriva alle 17.30 dal cielo. Le vie di fuga della piazza vengono chiuse all'improvviso dai tetti del ministero degli Esteri e dagli elicotteri partono raffiche di mitra sulla folla sono 62 interminabili minuti di fuoco. Tra i feriti anche l'inviata dell'Europeo Oriana Fallaci che rilascia al Tg Uno questa drammatica testimonianza dal suo letto d'ospedale il giorno dopo. Il bilancio della carneficina è di oltre 300 vittime 1200 feriti 1800 arrestati 25mila colpi sparati. il silenzio di Ottoz tra i primi ad accorrere sul luogo della tragedia è più eloquente di qualsiasi parola. Molto si è scritto e detto su quello che rimane uno degli episodi più tragici della storia dell'olimpismo. Le trame sottostanti a quella strage sembrano ora più chiare ed evidenti e solo di recente il Messico è riuscito a fare i conti con quel passato scomodo e tragico. Il sangue sparso a piazza delle Tre Culture non fermò però le Olimpiadi messicane. Le parole di Ottoz sembrano un monito prezioso anche sulla strada verso Pechino. Ma qual è oggi l'eredità dei morti di Piazza delle tre culture?

(34 amen alleluia)




[ oriana fallaci ferita nella strage in messico. ] Caricato in data 27/gen/2008 [il massacro del capitalismo USA di farisei anglo-americani ] video [ oriana fallaci ferita nella strage in messico. ] ferita nella strage nella piazza delle 3 culture.

Per reprimere la protesta che ha il suo fulcro nell'Università di Città del Messico la polizia usa i bazooka. migliaia i morti.

/watch?v=iyfctzztLkE&feature=player_embedded

Il massacro di Tlatelolco e Oriana Fallaci. [le multinazionali Spa il lavoro dei satanisti americani USA Fmi-Nwo per depredare i popoli ] [come gli Usa Sp Farisei hanno depredato il mondo e la america latina] Pubblicato il 2 ottobre 2012 da admin A Città del Messico il 3 ottobre 1968 la piazza di Tlatelolco è ricoperta da centinaia di morti sono quasi tutti studenti. A ordinare una feroce sparatoria è stato il presidente Gustavo Diaz Ortaz. L'esercito ha sparato dagli elicotteri e dai tetti del ministero degli Esteri.

Il 1968 messicano ha inizio il 22 luglio quando i "granaderos" carabinieri messicani intervengono a reprimere una rivolta scoppiata all'interno di due licei con cruda brutalità. Questa repressione viola il principio dell'autonomia delle università e delle scuole messicane da sempre considerate luoghi dove polizia e esercito non potevano intervenire. Il 30 luglio per reprimere la protesta scoppiata all'Università di Città del Messico la polizia si arma di bazooka. La risposta è la nascita di comitati di lotta in tutte le scuole e poi di un Comitato nazionale che raccoglie studenti e professori le cui richieste sono varie e molteplici liberazione di tutti i detenuti politici; scioglimento dei "granaderos" dimissioni del capo della polizia risarcimento alle famiglie delle vittime della repressione punizione per i responsabili delle azioni repressive abrogazione degli articoli del codice penale che limitano il diritto di manifestare. Il 1° settembre il presidente Diaz Ordaz chiude ogni possibilità di trattativa e accusa gli studenti di voler sabotare i giochi olimpici che si sarebbero inaugurati il 12 ottobre. Il 18 settembre l'esercito occupa l'Università il rettore Javier Barrios Siena si dimette per protesta.

Nella notte tra il 2 e il 3 ottobre gli studenti si danno appuntamento in piazza delle Tre culture (detta anche Piazza Tlatelolco). Polizia e esercito sparano all'impazzata dopo avere bloccato le uscite della piazza il bilancio in termini di morti è altissimo anche se non se ne avrà mai un resoconto definitivo.

Molti sostengono che fu una strage pianificata a tavolino (l'operazione militare era infatti già partita alle 18 del 2 ottobre); passata alla storia come la più sanguinosa e crudele repressione del movimento studentesco.

Dopo aver bloccato le uscite della piazza polizia ed esercito spararono all'impazzata le cifre ufficiali parlano di 15.000 proiettili (8.000 militari di vari corpi impegnati nell'azione 300 mezzi fra carri armati blindati vari e jeeps armate di mitragliatrici) che provocarono non meno di 700 feriti ed un numero di morti che oscilla tra i 150 e i 300. Furono arrestati e detenuti 5000 studenti alcuni dei quali sottoposti a torture e a finte fucilazioni alcuni dei quali 300 rimasero in carcere fino all'amnistia del 1971.

Il regime messicano allora preoccupato di mostrare al mondo la propria faccia democratica e moderna attraverso le imminenti Olimpiadi da subito insabbiò la strage di Piazza Tlatelolco; una strage provocata ad arte che segnò in generale la società messicana e che dette un duro colpo al movimento studentesco centrato soprattutto sull'attivismo degli studenti della UNAM (Universidad Nacional Autonoma de Mexico) e del Politecnico che rivendicavano un'apertura democratica nei confronti dell'autoritarismo del regime fondato sul Partido Revolucionario Insitucional (PRI)

http//www.infoaut.org/index.php/blog/storia-di-classe/item/2779-3-ottobre-1968-la-strage-di-piazza-tlateolco

Il massacro di Tlatelolco avvenne il 2 ottobre 1968 nella Piazza delle tre culture a Tlatelolco Città del Messico. Non si è mai riusciti ad avere un numero preciso dei morti alcune stime dicono più di 300 persone ma quasi tutte le fonti governative riportano stime non oltre i 40 o 50 morti al momento della strage il governo parlò di 34 morti in gran parte militari. Il massacro avvenne dieci giorni prima dell'inizio dei Giochi della XIX Olimpiade che si sono svolti a Città del Messico

Il massacro fu preceduto da mesi di inquietudini politiche nella capitale messicana con manifestazioni e proteste studentesche per appoggiare gli eventi che succedevano nel mondo nel 1968. Il 27 agosto più di 200.000 studenti scesero in piazza e si accamparono nel Zócalo e il giorno dopo furono dispersi dall'esercito messicano.

Gli studenti volevano approfittare dell'attenzione che c'era sulla città per via dei Giochi olimpici del 1968. Il presidente di allora Gustavo Diaz Ordaz settimane prima del massacro ordinò all'esercito di occupare il Campus dell'UNAM. L'esercito indiscriminatamente picchiò molti studenti e per protesta il rettore Javier Barros Sierra si dimise il 23 settembre. Le proteste degli studenti non diminuirono. Le manifestazioni crebbero a tal punto che il 2 ottobre dopo 9 settimane di sciopero studentesco 15.000 studenti di varie università marciarono per le vie della città protestando contro l'occupazione del campus. Al calare della notte 5.000 studenti e lavoratori molti dei quali con la famiglia si raccolsero nella Plaza de las tres Culturas di Tlatelolco.

Alla fine della giornata le forze militari e politiche con carri blindati e veicoli da combattimento circondarono la piazza e aprirono il fuoco puntando sulle persone che protestavano o che semplicemente passavano di lì. In breve tempo una massa di corpi copriva tutta la superficie della piazza. Fra i feriti anche la scrittrice fiorentina Oriana Fallaci che si trovava in un grattacielo sovrastante la piazza per controllare al meglio le azioni fra manifestanti e forze dell'ordine. Ferita da un elicottero in volo fu creduta morta e portata in obitorio dove un prete si rese conto che era ancora viva. La giornalista riportò tre ferite d'arma da fuoco. Il massacro continuò tutta la notte i soldati si accamparono negli appartamenti vicini alla piazza. Testimoni riferirono che i corpi furono spostati con camion dell'immondizia. La spiegazione ufficiale fu che facinorosi armati iniziarono a sparare verso le forze dell'ordine che per difesa personale iniziarono a sparare. I media di tutto il mondo diffusero le immagini e pubblicarono la notizia che si era registrato lo scontro più violento tra studenti e forze dell'ordine.

http//www.controappuntoblog.org/2012/10/02/il-massacro-di-tlatelolco-e-oriana-fallaci/

(70 amen alleluia)

Massacro di Tlatelolco ] [ Da Wikipedia l'enciclopedia libera] [ questi sono i assoni satanisti farisei che ancora hanno il controllo di USa Banca Mondiale e Fondo monetario internazionale io li voglio morti! ma se si arrendono a me io li perdonerò ] Plaza de las Tres Culturas Città del Messico luogo del massacro del 2 ottobre 1968. Il massacro di Tlatelolco avvenne il 2 ottobre 1968 nella Piazza delle tre culture a Tlatelolco Città del Messico. Non si è mai riusciti ad avere un numero preciso dei morti alcune stime dicono più di 300 persone ma quasi tutte le fonti governative riportano stime non oltre i 40 o 50 morti. Al momento della strage il governo parlò di 34 morti in gran parte militari. Il massacro avvenne dieci giorni prima dell'inizio dei Giochi della XIX Olimpiade che si svolsero a Città del Messico dal 12 ottobre al 27 ottobre 1968. Il massacro fu preceduto da mesi di inquietudini politiche nella capitale messicana con manifestazioni e proteste studentesche per appoggiare gli eventi che succedevano nel mondo nel 1968. Il 27 agosto più di 200.000 studenti scesero in piazza e si accamparono nel Zócalo per poi venir dispersi il giorno successivo dall'esercito messicano. Gli studenti volevano aumentare la propria visibilità grazie all'attenzione che c'era sulla città a causa dei Giochi olimpici del 1968. Il presidente di allora Gustavo Diaz Ordaz settimane prima del massacro ordinò all'esercito di occupare il Campus dell'UNAM. In quest'occasione l'esercito indiscriminatamente picchiò molti studenti e il rettore Javier Barros Sierra si dimise per protesta il 23 settembre.Le proteste degli studenti non diminuirono. Le manifestazioni crebbero a tal punto che il 2 ottobre dopo 9 settimane di sciopero studentesco 15.000 studenti di varie università marciarono per le vie della città protestando contro l'occupazione del campus. Al calare della notte 5.000 studenti e lavoratori molti dei quali con la propria famiglia si raccolsero nella Plaza de las tres Culturas di Tlatelolco.

Alla fine della giornata le forze militari e politiche con carri blindati e veicoli da combattimento circondarono la piazza e aprirono il fuoco puntando sulle persone che protestavano o che semplicemente passavano di lì. In breve tempo una massa di corpi copriva tutta la superficie della piazza. Fra i feriti anche la scrittrice fiorentina Oriana Fallaci che si trovava in un grattacielo sovrastante la piazza per controllare al meglio le azioni fra manifestanti e forze dell'ordine. Ferita da un elicottero in volo fu creduta morta e portata in obitorio dove un prete si rese conto che era ancora viva. La giornalista riportò tre ferite d'arma da fuoco.

Il massacro continuò tutta la notte i soldati si accamparono negli appartamenti vicini alla piazza. Testimoni riferirono che i corpi furono spostati con camion dell'immondizia. La spiegazione ufficiale fu che facinorosi armati iniziarono a sparare verso le forze dell'ordine che per difesa personale iniziarono a sparare. I media di tutto il mondo diffusero le immagini e pubblicarono la notizia che si era registrato lo scontro più violento tra studenti e forze dell'ordine.

Indagini sul massacro

29 anni dopo il massacro nell'ottobre 1997 il congresso messicano formò un comitato per investigare sul massacro di Tlatelolco. Il comitato raccolse vari testimoni e attivisti politici dell'epoca incluso l'ex presidente Luis Echeverria Alvarez che all'epoca era Segretario del Governo. Echeverria ammise che gli studenti erano disarmati e che l'attacco militare fu pianificato precedentemente per distruggere il movimento studentesco.

Nell'ottobre 2003 35 anni dopo il massacro il National Security Archive dell'Università George Washington pubblicò documenti della CIA del Pentagono del dipartimento di stato del FBI e della Casa Bianca. I documenti rivelano che

in risposta alle preoccupazioni del governo messicano per la sicurezza dei Giochi olimpici prima e durante la crisi il Pentagono inviò in Messico alcuni istruttori di lotta antisovversiva armi munizioni e materiale per il controllo della protesta;

tra il luglio e l'ottobre 1968 numerosi agenti della CIA che si trovavano in Messico facevano quotidianamente rapporto su quello che accadeva nella comunità universitaria e all'interno del governo. Sei giorni prima del massacro il segretario di Governo e il direttore della sicurezza federale comunicando con alcuni agenti della CIA informarono che la protesta sarebbe stata controllata in breve tempo;

secondo la CIA il governo messicano sistemò le cose con il leader studentesco Socrates Campos Lemus. (50 amen alleluia)


king saudi arabia se un tuo alunno viene da te e ti dice "ecco professore questa è la ricerca su "massacro di Tlatelolco" che voi avete chiesto" ed in realtà questo non è vero tu puoi pensare due cose soltanto o il ragazzo ha battuto la testa ad un palo oppure è stato lo Spirito Santo che vuole stanare i satanisti americani cioè i veri mandanti di quella strage!